//
you're reading...
Arte, Eventi, Italy

Questa Non E’ Arte 2012: La fine robotica del mondo

Tutti quelli che sono venuti a Questa Non E’ Arte si ricorderanno del robot cadavere in ingresso, di un mappamondo e una lampada con un teschio. Vi sveliamo finalmente l’identità dell’autore, il Bepo, assiduo frequentatore dell’osteria, che con Andromeda compone il collettivo “Stand negativo”. E, mentre Andromeda collabora ogni anno alla realizzazione del pezzo artistico condiviso, il Bepo ha stupito tutti noi con un’installazione molto particolare.

Installazione: La fine robotica del mondo
Artista: Bepo
EsposizioneQuesta Non E’ Arte 2012

LA FINE ROBOTICA DEL MONDO
Un futuro di distruzione, dove gli ultimi esemplari rimasti integri vi danno l’idea di quello che è stato, di ciò che siamo stati. Una fine elettrica. E voi, come vorreste finisse il mondo?

– Con un’ondata dopo che tutti abbiamo imparato a surfare.
– In una bolla di sapone.
– Con i fuochi di artificio.
– Farei finire il mondo con una cena con veri amici e vere ragazze, per ridere fino alla fine. Perchè la vita è un sorriso.
– Per implosione in un grande oooh!
– Dando piena libertà di libero arbitrio all’uomo. Niente regole. Fine del genere umano.
– Di notte mentre tutti dormono.
– Con un boom!!!
– Tanta vitamina F.
– Che i vermi giganti ci mangino tutti.
– Creando un incubo generale nella mente di chi non sa amare.
– Scoppio simultaneo di tutte le fabbriche di mini-ciccioli.
– Se finisce il mondo deve finire per tutti. Nessuno deve rimanere senza i suoi cari.
– Con un volo stupendo che mi accompagna nel mondo orizzontale, in quello verticale e nell’altro mondo.
– Ritorno dei dinosauri che divoreranno tutti gli uomini. Poi ci sarà un nuovo meteorite che spazzerà via anche i dinosauri.
– Il mondo finirà in silenzio..senza esplosioni, senza cenere, senza inversioni della polarità, senza ghiacci, senza bianco e nero..semplicemente una mattina mi sveglierò e ci sarò solo io..e allora non avrà più senso vivere. Indipendentemente dalla sussistenza o meno del mondo.
– Con il cervello primitivo.
– Come è iniziato, in un giardino e solo musica (buona)
– Lo buttiamo nel cesso e tiriamo lo sciacquone. Dio, spero tu abbia l’accendino, perchè lo perderò nel viaggio.
– Che io potessi essere Dio e giudicare il mondo.
– Il mondo finirò così, ahimè, con un coso che fa finta di cantare con una luce in fronte. Aiuto!
– E’ una decisione che spetta a Diego Pillon.
– Tutti i cani si mangiano gli uomini di merda.
– Continuando a dire cazzate.

Grazie a Bepo, Andromeda e tutti quelli che hanno risposto a questa fantomatica domanda!

Advertisements

About alessiacamera

London-based digital strategist and growth manager in love with tech & startups.

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Follow us on Instagram

There was an error retrieving images from Instagram. An attempt will be remade in a few minutes.

Follow us on Twitter

Creative Commons

Questa non É Arte by Diego Pillon Alessia Camera is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License. Based on a work at http://www.questanonearte.com

Questa non É Arte by Diego Pillon Alessia Camera is licensed under Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License. Based on a work at questanonearte.com.

Partners

%d bloggers like this: